Si è spento a 47 anni il dj produttore Robert Miles

Written by on 10 maggio 2017

Quella di ieri è stata una giornata terribile per il mondo dei Dj:

subito dopo la notizia della scomparsa di Stefano Mastrolitti, è arrivata quella della morte di Robert Miles, Dj e produttore di fama mondiale, uno dei maggiori esponenti della cosiddetta “trance”. Se ne è andato a soli 47 anni a Ibiza, dove si era stabilito da un po’.
Roberto Concina (questo il suo vero nome) aveva ottenuto uno strepitoso successo planetario con Children, brano di cui sono state vendute la bellezza di 5 milioni di copie.

Con l’album Dreamland aveva contribuito a delineare i contorni del suo sound, ottenendo svariati dischi d’oro e di platino in numerosi paesi e riconoscimenti prestigiosi come un World Music Award e un Brit Award (il Grammy inglese: è l’unico italiano ad averne ottenuto uno).
Era nato in Svizzera da emigrati italiani, Antonietta Lauro e Albino Concina, che una volta rientrati in Italia si sarebbero stabiliti a Fagagna, in provincia di Udine. È morto in seguito a una malattia incurabile.

L’amico e collega Joe T Vannelli ha voluto ricordarlo con questa dichiarazione rilasciata alla rivista specializzata Dj Mag Italia: «La tragica notizia della scomparsa di un grande talento e artista del nostro tempo, mi rende incredulo e sconvolto. Con lui se ne va anche una parte della mia vita di produttore artista. Mi mancheranno i litigi, le risse, le critiche, i giudizi ma soprattutto il tuo talento nel trovare suoni e melodie impareggiabili».



Biografia

Raggiunge fama mondiale nel 1996 con il singolo Children: il brano, scritto e pubblicato nella versione originale nel 1994 e riarrangiato nel 1995, è uno dei maggiori successi trance, oltre che il singolo strumentale che ha venduto più copie nel 1996. Uscito in Italia nell’autunno del 1995, diventa un successo internazionale nell’estate del 1996.

L’album Dreamland ottiene molteplici dischi di platino e d’oro in varie nazioni, mentre il singolo Children vende più di 5.000.000 di copie e viene utilizzato come sigla della trasmissione televisiva estiva Festivalbar in alternanza al singolo Fable (il jingle mandato in onda anche per gli stacchi pubblicitari).

Nel corso del 1997 pubblica il suo secondo album: 23am. Nel frattempo vince un Brit Award e un World Music Award, anche grazie all’attività come compositore per TV e cinema. È l’unico artista Italiano che ha vinto un Brit Award come Best International New Comer.

All’inizio del 2000 dà vita alla sua etichetta indipendente, la Salt Records (suitably:alternative), con la quale pubblica Organik e Miles Gurtu, lontani dal genere che lo ha reso celebre.

Nel 2011 pubblica Thirteen collaborando con Robert Fripp e Dave Okumu.

Ha lavorato con musicisti come Bill Laswell, Robert Fripp, Trilok Gurtu, Nitin Sawhney, Jon Thorne e Dave Okumu.

Discografia

Album studio
1996 Dreamland
1997 23am
2001 Organik
2002 Organik Remixes
2004 Miles Gurtu
2011 Th1rt3en

Singoli

1995 – Soundtracks EP
1995 – Red Zone
1995 – Children
1996 – Fable (con Fiorella Quinn)
1996 – One and One (con Maria Nayler)
1997 – Freedom (con Kathy Sledge)
1998 – Full Moon
1998 – Everyday Life
2001 – Paths (con Nina Miranda)
2002 – Improvisations: Part 2
2002 – Connections/Separations
2002 – Organik Remixes
2002 – Pour Te Parler (Remixes)
2011 – Th1rt3en EP (Remixes)
2011 – Miniature World
2011 – Voices from a submerged sea


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Continue reading

OnAir

Radio Eterea

Current track
TITLE
ARTIST